Europa delle Nazioni

 

Nello specifico dell’Unione Europea, volendo osteggiare qualsiasi forma di “pensiero unico” o la distinzione tra partner primari e secondari, siamo profondamente contrari al Trattato di Lisbona e ne proponiamo un’immediata e profonda riscrittura, ridando centralità ai “Valori” e non alla “Valuta, ripartendo dal disegno di una Carta Costituzionale che coltivi la diversità delle culture, delle tradizioni e delle lingue autoctone in un’Europa di nazioni libere, indipendenti e paritarie, nel quadro di una confederazione di Stati nazione sovrani.