“Oltre gli steccati”, per una rete civica partecipata e “di buon senso”

“Oltre gli steccati”, per una rete civica partecipata e “di buon senso”

Ottobre 14, 2020 Comunicati Stampa 0

Dopo il responso delle urne a Reggio Calabria, N.I.U. apre al neo-Sindaco e lancia la propria proposta nazionale.

Reggio Calabria. “Avevamo promesso di risalire la penisola partendo da Reggio Calabria, ed è quello che stiamo facendo” esordisce così Luigi Catalano, coordinatore regionale della Calabria e componente del Direttivo Nazionale del movimento Nuova Italia Unita. “I punti programmatici presentati nel nostro capoluogo diventeranno programma nazionale – continua – e si rivolgeranno a tutti gli amministratori locali, qualsiasi sia il loro colore politico”.

E se Reggio Calabria è stato indicato dal movimento come laboratorio politico di proposte e di azioni, allora nuovamente occorre ripartire dallo stretto per proporre una nuova rete civica, partecipata e di buon senso: “Ci rivolgiamo al rieletto Sindaco Giuseppe Falcomatà – sottolinea Catalano – per raccomandare l’utilizzo e lo sviluppo di alcuni dei nostri punti programmatici chiave, soprattutto quelli attraverso i quali (senza i limiti delle ideologie e delle tifoserie da campagna elettorale, spesso fin troppo accese) sia possibile pensare ad un rinnovamento generale delle nostre comunità”.

Disponibile al dialogo, quindi, il movimento richiede da subito un incontro con il Sindaco di Reggio Calabria, spronandolo a promuovere una partecipazione attiva dei cittadini, a costo zero, alla vita del capoluogo. “Invitiamo Falcomatà a portare di nuovo i quartieri al centro – continua Catalano – dando voce alle circoscrizioni e rendendo nuovamente importante la quotidianità dei reggini. Sposi quindi la nostra proposta e indichi dei referenti di zona su base volontaria, magari tra i tanti candidati non-eletti di tutti gli schieramenti che si vorranno rendere disponibili; queste nuove figure potranno filtrare le problematiche e alleggerire l’Amministrazione ma, al tempo stesso, potranno far sentire il Comune ancora più vicino ai tanti piccoli problemi del quotidiano locale

Abbiamo nostre proposte e nostri uomini, ma l’obiettivo più importante è e rimane quello di tutti gli elettori: un’Amministrazione sana ed efficace! – precisa il segretario nazionale Massimiliano PaneroQuindi con la nostre azioni andremo a dimostrare che è possibile superare completamente ogni steccato ideologico, aprendoci al dialogo con tutte le forze politiche presenti nello scenario nazionale e ponendo come principale punto di riferimento la necessità di un’amministrazione più partecipata, con un costante dialogo aperto e costruttivo con le comunità e con una presenza “leggera” ma attiva e rassicurante dello Stato, a sostegno delle potenzialità di ognuno. A Reggio come nel resto del Paese, chiunque saprà garantirci questi fattori-chiave, otterrà il nostro sostegno, nel centro-destra come nel centro-sinistra”.

Per la medesima ragione il Consiglio Direttivo nazionale di N.I.U. sta anche elaborando il programma lanciato con il “Decalogo per Reggio Calabria, con Reggio Calabria”, per renderlo a breve “Programma Amministrativo Nazionale” e promuoverlo in tutte le prossime competizioni comunali, a cominciare dagli importanti appuntamenti del prossimo anno per le comunali di Roma e nei capoluoghi di Torino, Milano, Bologna, Napoli e Cagliari.